Una bicicletta elettrica è un mezzo veloce, comodo e rispettante l’ambiente. Alla bicicletta non occorre benzina, anche se questa assomiglia ad una moto. Questa è la carateristica di Agnelli Milano Bici: pedali elettrici con design motociclistico, marchio che abbiamo incontrato al Fuorisalone 2017 di Zona Tortona.

Luca Agnelli inizia ad applicarsi nel 2015 alla costruzione di biciclette elettriche. Esse hanno però la caratteristica di inglobare in modo non molto piacevole il motore elettrico al telaio, ed ecco quindi un’intuzione molto singolare. La bicicletta è pur sempre un mezzo a due ruote, e perchè non trarre spunto dalle vecchie motociclette anni quaranta per la loro fabbricazione?

Le biciclette costruite da Agnelli Milano Bici raprresentano ciò che di più bello una moto possa essere, ma nel corpo di una bicicletta. Molto meglio, visto il sempre più inquinante smog che attanaglia le nostre vie cittadine e fa percepire l’uscita pomeridiana quasi come una camera a gas. La moto è si un mezzo affascinante, libero e di bella visione, ma purtroppo inquina, e ai giorni nostri questo è un grosso e non sottovalutabile problema. Perchè allora non mescolare il design vintage delle motociclette anni quaranta, hanno segnato l’inizio del moderno stile motociclistico di costruzione, a più consoni mezzi odierni, realizzando biciclette accattivanti e rispettanti l’ambiente?

Motore elettrico nel serbatoio di Agnelli Milano Bici: basta benzina

L’esperienza nelle botteghe di restauro dona a Luca Agnelli l’abilità di saper scegliere, rivalutare e ridare bellezza ad oggetti oramai persi di vista. Il ritrovare ciò che è scartato, l’assemblare pezzi di diversi mezzi biruote traendo spunto anche dal mondo nautico, fa delle biciclette di Agnelli Milano Bici un esempio di accorpamento vintage volto al futuro. Le biciclette costruite da Luca Agnelli intrigano, incuriosiscono e fanno si che il design dei primi ciclomotori non sia dimenticato, ma anzi rivalutato, volgendo la costruzione ad un mezzo rispettante l’ambiente ed utilissimo alla salute.

I motori elettrici sono sistemati all’interno di serbatoi presi da motociclette anni ’50 e ’40 e non stonano più con il resto del mezzo, come le biciclette elettriche antecedenti. Questa caratteristica dona un  carattere di antico saper fare, di esaltazione dei dettagli, di rivalutazione della pelle, in un mezzo costruito con materiali duraturi nel tempo. Le biciclette di Agnelli Milano Bici risultano quindi indistruttibili, volte all’ambiente e molto singolari, visti i sublimi dettagli di qualità cui sono adornate.

This slideshow requires JavaScript.

Lo sguardo di Luca Agnelli non si ferma alla classica due ruote singola, ma si protrae anche verso la ripresa del sidecar, un mezzo stupefacente e molto ricercato al giorno d’oggi.

Agnelli Milano Bici è il passato volto al futuro, dove un indispensabile atteggiamento civile è obbligatorio se si osserva il problema ambientale delle città odierne. Una bicicletta di lusso quella di Agnelli Milano Bici, simile ad una moto, ma che guarda ad uno stile di vita sostenibile.

Agnelli Milano Bici

Similar Articles

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.