L’EGITTO a Milano! Da mercoledì 13 Settembre MUDECil Museo delle Culture di via Tortona 56 –  apre le porte al pubblico per la mostra dedicata all’eccezionale scoperta del Faraone Amenofi II, l’eroico protagonista di un’epoca storica straordinariamente ricca. L’esposizione, che accompagnerà il pubblico fino al 7 Gennaio 2018, si propone come un vero e proprio excursus negli usi e nei costumi dell’antica civiltà egizia, servendosi anche dei numerosi strumenti di interazione multimediale che MUDEC, in collaborazione con gli artisti visivi di camerAnebbia, ha messo a disposizione per consentire al visitatore un’esperienza totalmente “immersiva”.

Figlio di Thutmose III e della sposa minore Merira Hatshepsut, Amenofi II è stato un importantissimo faraone d’Egitto della XVIII dinastia.

Vissuto tra il 1427 e il 1401 a.C., continuò l’opera politica iniziata dal padre, accentuando le mire imperialiste con una serie di spedizioni militari in Siria.  Autore di un’epoca di prosperità, denominata Epoca d’Oro, Amenofi II morì dopo circa 26 anni di regno intorno all’età di 44 anni. La sua tomba fu poi scoperta dall’egittologo francese Victor Loret nel 1898 nella Valle dei Re, contenente ancora la mummia del sovrano nel sarcofago originale.

Statua di Amenofi II assiso in trono dal Tempio di Kanak ©The Egyptian Museum Cairo

La mostra EGITTO di MUDEC offre la possibilità agli spettatori di vedere per la prima volta importanti reperti storici – quali statue, stele, armi, mummie e oggetti della vita quotidiana – provenienti dalle più importanti collezioni egizie mondiali: dal Museo Egizio del Cairo, dal Rijksmuseum van Oudheden di Leida, dal Kunsthistorisches Museum di Vienna, dal Museo Archeologico Nazionale di Firenze. Fondamentale poi è il contributo dei musei civici milanesi e dell’Università Statale di Milano che, per l’occasione, ha prestato i documenti originali di scavo della tomba del faraone custoditi nei suoi preziosi Archivi di Egittologia.

Documento dello scavo di Victor Loret nella Tomba di Amenofi II © Archivio di Egittologia dell’Università degli Studi di Milano

Antico pettine egizio 

Il percorso espositivo di EGITTO è costituito da quattro sezioni tematiche, ciascuna emblematica della storia egiziana e della vita del faraone.

Cuore centrale della mostra è certamente la rappresentazione in scala 1:1 della sala a pilastri in cui venne rinvenuta la tomba del faraone e altre due figure femminili, recentemente identificate come la madre e la nonna di Tutankhamon. Le proiezioni multimediali faranno rivivere ai visitatori le tappe di questa grande avventura dell’archeologia, grazie all’accompagnamento di una voce narrante e all’illuminazione suggestiva dei documenti più significativi relativi allo scavo.

Foto di Victor Loret sul luogo del ritrovamento della tomba ©Archivio di Egittologia dell’Università degli Studi di Milano

Particolare attenzione viene dato poi al tema delle credenze funerarie: dal momento che era ritenuta necessaria per la sopravvivenza dell’anima, la conservazione del corpo era una parte fondamentale delle pratiche funerarie egizia. EGITTO partirà perciò da esempi di corredo funerario del Nuovo Regno, per mostrare poi un’ampia casistica di sarcofagi e mummie umane e animali di epoca più recente per sottolineare i mutamenti stilistici corrispondenti a quelli avvenuti nell’ideologia politica e nelle credenze religiose. Tutto ciò  fornirà numerosi spunti di riflessione in merito alla lunga e complessa durata di questa straordinaria civiltà antica.

La mostra, che fa parte del progetto Milano Città Mondo#03 Egitto, è promossa dal Comune di Milano-Cultura e da 24 ORE Cultura-Gruppo 24 ORE che ne è anche il produttore, in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano. Sono entrambi docenti egittologi della Statale i due curatori: Patrizia Piacentini, titolare della cattedra di Egittologia e Christian Orsenigo, che con il coordinamento dell’egittologa Massimiliana Pozzi Battaglia (SCA-Società CooperativaArcheologica) hanno ideato un percorso che coniuga approfondimento scientifico ed emozione attraverso la duplice riscoperta del farone Amenofi II e della sua tomba.

EGITTO si configura perciò come un’occasione straordinaria per immergersi a 360° in una delle civiltà più antiche e affascinanti di sempre, in un’esperienza unica caratterizzata da un gioco continuo di suoni, immagini, presenze e rimandi multimediali ai contenuti in esposizione.

La mostra sarà visitabile dal 13 Settembre 2017 al 7 Gennaio 2018, dal lunedì alla domenica. Per informazioni relativi ai costi e per le  prenotazioni sarà possibile consultare direttamente il sito online a questo link.

MUDEC | Via Tortona, 56 – Milano

Ti stai chiedendo come raggiungere il Mudec di Milano?

Scopri come arrivare al Mudec in Zona Tortona con metropolitana, autobus, tram, bike sharing o a piedi a questo link! 😉

Brenda Herrera
23 anni. Milanese di origini venezuelane e colombiane. Laureata in Scienze della Comunicazione, attualmente studentessa di Giornalismo e Cultura Editoriale. Amo Milano in tutte le sue sfumature. Scrivere e viaggiare sono le mie piú grandi passioni.

Similar Articles

Leave a Reply