Invito a Teatro, l’iniziativa promossa  dal Settore Cultura della Provincia di Milano, che prevede una particolare formula di abbonamento trasversale, grazie alla quale è possibile scegliere un carnet di tagliandi – uno per ciascun teatro aderente – sul quale sono riportati gli spettacoli, le date delle rappresentazioni teatrali e le modalità di prenotazione, naviga in questi giorni davvero in cattive acque!

Dopo la denuncia da parte del Teatro Out Off delle pressioni ricevute dalla Provincia relativamente all’opera  Orgia di Pasolini, inserita nel cartellone della prossima stagione, è stata la volta del Teatro Franco Parenti che comunica di voler rinunciare ai 15 mila euro circa di contributi: “Voglio togliere dall’imbarazzo l’assessore – afferma Andrée Ruth Shammah – Lui vuole controllare i nostri spettacoli perché crede che il pubblico vada tutelato. Io non discuto la legittimità dell’obiettivo. Ma siccome ho un’idea diverso del teatro, ho deciso che il Franco Parenti rinuncerà alla convenzione di Invito a Teatro – e prosegue – Gli uffici dell’assessorato hanno contattato anche me per chiedermi conto di un’opera intitolata Quale droga fa per me.” Solidale al malcontento generale si schiera anche Teatro Libero di zona Tortona che comunica: “ Teatro Libero dice no alla censura e sospende l’adesione a Invito a Teatro. In seguito ai fatti degli ultimi giorni, alle pressioni ai Teatri facenti parte dell’iniziativa Invito a Teatro da parte del neo Assessore alla Cultura della Provincia di Milano dott. Umberto Maerna, volte a “normalizzare” l’iniziativa e a scegliere i titoli degli spettacoli da inserire nella manifestazione, in segno di solidarietà verso i teatri che hanno subito pressioni Teatro Libero e la Compagnia Teatri Possibili si autosospendono dall’iniziativa. Questo in attesa di un tavolo di confronto urgente con l’assessore e tutti gli altri teatri. Censurare la Cultura vuol dire ucciderla! Corrado d’Elia e tutti i collaboratori di Teatro Libero e della Compagnia Teatri Possibili”
La situazione si è fatta negli ultimi giorni ancor più pesante con i Teatri milanesi radunati in un fronte comune che dice un secco no alla bocciatura degli spettacoli, pena lo stop della ormai storica rassegna tanto amata dalla città. Corrado d’Elia diffonde dalla sua pagina di Facebook il pensiero dei teatri, che richiedono al Vice Presidente – Assessore alla Cultura un incontro tempestivo per garantire il corretto sviluppo dell’iniziativa: “La titolarità del giudizio in ordine alle scelte, al di là del pericolo di censura o di autolimitazione creativa, spetta sempre ed esclusivamente agli spettatori che attraverso il metodo degli abbonamenti hanno tutte le possibilità di esprimere anche preventivamente il proprio giudizio in merito alle opportunità che Invito a Teatro offre al pubblico. Si tratta niente meno che di un cartellone complessivo di circa cinquanta titoli direttamente prodotti tra i quali gli spettatori ne scelgono liberamente otto..”. Alle richieste dei teatri arriva la risposta dell’assessore Umberto Maerna che, come riporta d’Elia, propone un incontro proprio oggi alle ore 17.00 presso la sede dell’Assessorato in Piazza Oberdan.

Aspettiamo quandi di sapere quale sarà il destino della rassegna Invito a Teatro che per la stagione 2009-2010 ha visto Teatro Libero impegnato con spettacoli come l’esilerante La Locandiera, l’intramontabile Cirano de Bergerac, la sorprendente La Leggenda di Redenta Tiria ed in fine l’eletrizzante Hard Candy.

Roberta Ferrazzi
Benvenuto in I Love Zona Tortona & More! Ho fondato questo Lifestyle Blog nel 2009, dopo essermi trasferita nel quartiere di Zona Tortona a Milano, che è subito diventato casa. Quando non sono nella mia Egg chair a scrivere del mio quartiere preferito e delle cose che amo di più, lavoro come consulente di comunicazione online e off line (Shake your S communication) e racconto dei miei viaggi nel mio travel blog dedicato alle donne viaggiatrici LeCosmopolite.it. Amo il design, l’arte, la moda, la musica e il ballo (il tango in particolare), il buon cibo e le grandi tazze di caffè. Viaggio spesso in solitaria alla scoperta di nuove culture o alla ricerca di un po’ di relax. Per qualsiasi domanda in merito ai miei articoli o per collaborare con me, contattami! :)
http://www.shakeyour-s.com

Similar Articles

One thought on “Invito a Teatro: Teatro Libero si autosospende

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.