Fondazione Arnaldo Pomodoro, sita nel cuore di Zona Tortona,  presenta “Le scritture del disegno”, mostra dedicata al maestro italo-argentino Lucio Fontana (1899 – 1968).

L’esposizione, con le sue 127 opere su carta, rappresenta la maggior raccolta grafica di Lucio Fontana in una collezione pubblica.

I disegni proposti coprono un arco temporale che va dagli anni Trenta agli anni Sessanta e sono testimonianza irripetibile di una ricerca di grande rilievo in un ambito, quello del disegno, finora molto poco studiato.

Le opere esplorano campi di ricerca tra loro differenti: si va dalla progettazione di allestimenti, a quella di inserimenti architettonici, ai disegni di nudi e dei teatrini, a quelli per ceramiche e per sculture.

Per Fontana, infatti, il disegno ha sempre rappresentato un valore in sé che risponde a un suo bisogno di annotare le proprie idee, a matita o a penna, su fogli quasi sempre dello stesso formato e di carta bianca. Tra gli aspetti che più colpiscono nel suo percorso attraverso i disegni, vi è la loro costante differenza dalle opere poi realizzate, siano esse sculture, dipinti o altro, oltre alla sua continua perizia nel cambiare registro espressivo.

Questo testimonia come tra le due fasi – il progetto e la realizzazione – ne esistesse una ulteriore di meditazione e di trasformazione che non portava necessariamente alla creazione dell’opera stessa.

Fontana aveva una straordinaria capacità ideativa e il suo segno sottile e continuo è una delle caratteristiche più evidenti di una ricerca complessa. A volte, sul medesimo foglio si concentrano numerose soluzioni per uno stesso problema.

Fondazione Arnaldo Pomodoro dal 13 maggio al 26 giugno – Via Solari, 35 – Milano

ilovezonatortona
La Redazione di I Love Zona Tortona.

Similar Articles

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.