Sebastião Salgado è uno dei più stimati fotografi contemporanei. Che ci s’intenda di fotografia o meno, poco importa: le immagini in bianco e nero di Salgado colpiscono direttamente al cuore. Fino al 16 Settembre 2018 il progetto fotografico di Salgado, Genesi, è in mostra alla Reggia di Venaria di Torino.

Salgado

Sebastião Salgado nasce in Brasile nel 1944 e oggi vive a Parigi. Salgado è un fotografo documentario e si occupa soprattutto di reportage di impianto umanitario e sociale. Nella sua vita ha viaggiato tanto, spendendo mesi, a volte anni, a sviluppare e approfondire le tematiche inerenti ai suoi progetti. Nel 1973, sostenuto e spinto dalla moglie Lélia Wanick Salgado, Salgado lascia la sua carriera nel campo dell’economia per dedicarsi alla fotografia. Da allora ad oggi ha raccontato le drammatiche condizioni dei popoli africani (Sahel: The End of the Road), e dei lavoratori in giro per il mondo (Workers), ha seguito le grandi migrazioni umane (Migrations) ed infine si è concentrato sugli angoli del pianeta non ancora contaminati dalla modernità, con il progetto Genesi, appunto. Se non lo avete mai visto, vi consiglio la visione del film documentario “Il Sale della Terra”, in cui Salgado racconta attraverso parole ed immagini la sua storia di vita: non vi nascondo che è davvero toccante e che tutti – nella sala cinematografica – abbiamo pianto lacrime silenziose.

Salgado Genesi

Genesi

Salgado Genesi

Genesi è un progetto iniziato nel 2003 e durato 10 anni. Salgado ha vissuto nelle Galapagos tra tartarughe giganti, iguane e leoni marini, ha viaggiato tra le zebre e gli animali selvatici che attraversano il Kenya e la Tanzania rispondendo al richiamo annuale della natura alla migrazione. Ha trascorso mesi con popolazioni indigene ancora lontane dalle logiche della modernità: gli Yanomami e i Cayapó dell’Amazzonia brasiliana; i Pigmei delle foreste equatoriali nel Congo settentrionale; i Boscimani del deserto del Kalahari in Sudafrica; le tribù Himba del deserto della Namibia e quelle più remote delle foreste della Nuova Guinea.

Salgado Genesi

Mostra alla Reggia di Venaria

Il risultato di questo grande e attento lavoro è una mostra fotografica composta da 245 eccezionali immagini in un bianco e nero, che raccontano un itinerario fotografico di grande potenza ed incanto, diviso in cinque sezioni che ripercorrono le terre in cui Salgado ha realizzato le fotografie:

  1. Il Pianeta Sud
  2. I Santuari della Natura
  3. l’Africa
  4. Il grande Nord
  5. l’Amazzonia e il Pantanàl

Salgado Genesi

La mostra Genesi alla Reggia della Venari di Torino è curata da Lélia Wanick Salgado e su progetto di Amazonas Images e Contrasto, frutto della collaborazione di Civita Mostre con il Consorzio delle Residenze Reali Sabaude.

E’ possibile acquistare i biglietti della mostra di Salgado a Torino online, verificate sul sito di Coopculture.it. E visto che ci siete non mancate di visitare la Reggia della Venaria e i suoi magnifici giardini e – se avete ancora un’oretta di tempo – fate un salto anche al Castello della Mandria, che potrete raggiungere a piedi. 😉

Roberta Ferrazzi
Benvenuto in I Love Zona Tortona & More! Ho fondato questo Lifestyle Blog nel 2009, dopo essermi trasferita nel quartiere di Zona Tortona a Milano, che è subito diventato casa. Quando non sono nella mia Egg chair a scrivere del mio quartiere preferito e delle cose che amo di più, lavoro come consulente di comunicazione online e off line (Shake your S communication) e racconto dei miei viaggi nel mio travel blog dedicato alle donne viaggiatrici LeCosmopolite.it. Amo il design, l’arte, la moda, la musica e il ballo (il tango in particolare), il buon cibo e le grandi tazze di caffè. Viaggio spesso in solitaria alla scoperta di nuove culture o alla ricerca di un po’ di relax. Per qualsiasi domanda in merito ai miei articoli o per collaborare con me, contattami! :)
http://www.shakeyour-s.com

Similar Articles

2 thoughts on “Salgado – Genesi: la mostra alla Reggia di Venaria di Torino

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.