La quarta rassegna di teatro omosessuale Liberi Amori Possibili promossa dal Teatro Libero di Zona Tortona vede in programma, dal 3 all’11 maggio 2010, nove pièce teatrali di cui una vietata ai minori di 18 anni:

3 maggio
The Worrybeads presentano Pelle, testo e regia di Kio, con Kio, Amalia Ruocco, Anna Musella.
Lo spettacolo rappresenta il tormentato percorso di tre amici che si incontrano per festeggiare Serena, transessuale in procinto di cambiare sesso.

4 maggio
Con-Fusione presenta Le Rose di Jürgen, di Giacomo Fanfani, regia della compagnia teatrale Con-Fusione, con Lorella Serni, Rafel Porras Montero.
Jürgen nasce nel grembo di una famiglia borghese nella Berlino d’inizio secolo: sullo sfondo della città più liberale e contraddittoria dell’Europa di quegli anni, l’adolescente Jürgen conosce la propria omosessualità con il suo primo amore, Ruben, il garzone del fioraio.

5 maggio
Compagnia Flavio Mazzini presenta L’Ultimo Sanremo del Millennio, di Flavio Mazzini, regia di Marco Medelin, con Cristiano Cecchetti, Fabrizio Costa, Angelo Curci, Fabrizio Foligno, Silvana Rossomando, Michela Totino.
Cosa potrebbe succedere a un gruppo di ex-gay ‘guariti’ dalle terapie di un losco professore, se si riunissero a vedere la finale di Sanremo esattamente come quando erano ‘malati’? Per non lasciare nulla di intentato, al gruppo si aggiungono una vicina ninfomane e una pornostar disincantata.

6 maggio
Officine Papage presenta One New Man Show, testo, musiche originali, regia di Davide Tolu, con Matteo Manetti.
Di fronte a un tribunale immaginario Pietro rievoca i protagonisti del suo passato per spiegare la propria vita a se stesso innanzitutto. Alla fine troverà un solo modo per fuggire dalla sua prigione… La storia è ambientata durante gli anni ’70, quando non esisteva ancora la legge 164/82 che ha regolamentato la materia della rettificazione di attribuzione di sesso.

7 maggio
Massimo Stinco/NoirDesir.it – The Blue Seagull International Company presentano The Houseboy, testo e regia di Massimo Stinco, tratto dal film omonimo di Spencer Schilly, con Fabio Maffei, Simone Marzola, Tony Allotta, Givanni di Lonardo, Orazio Sagone Manzella, Giuseppe Sternativo, Jacopo Bartaloni, Massimo Stinco.
Vietato ai minori di 18 anni.
Rick, un “houseboys” (ragazzi, spesso molto giovani, che si fanno mantenere da coppie omosessuali mature vivendo con loro e curando le faccende domestiche e sessuali) scopre che presto verrà “licenziato”. Cade in un meccanismo autodistruttivo, un percorso allucinante di droga e di squallidi incontri con corpi soli e perversi. Finchè incontrerà un coetaneo , un ragazzo dolce e sensibile, alla ricerca di una persona e non di un corpo.

8 maggio
Altrarte presenta Prigionieri del Sesso, di John Roman Baker, regia di Antonio Serrano, con Antonio Bonanotte, Daniel Plat, Marcello Caroselli.
Lo spettatore è risucchiato, come in un vortice, nelle vite dei personaggi, caratterizzati da bisogni compulsivi o fotografati nei loro momenti più intimi. Uno spettacolo nato dall’esigenza di esplorare tematiche importanti.

9 maggio
Azteca produzioni cinematografiche presenta Ultima Stagione in Serie A, testo e regia di Mauro Mandolini, con Marco Bocci, Fabrizio Sabatucci.
Una storia delicata e tragica di due giocatori alla fine della propria carriera, che si trovano a raccontarsi nel luogo dove forse essere se stessi è la cosa più difficile.

10 maggio
Metamorphè presenta Tuttonostro, di Alessandro di Marco, Valentina Reginelli, Claudio Renzetti, regia di Alessandro di Marco e Claudio Renzetti, con Alberta Andreotti, Marika Cazzaniga, Alessandro di Marco, Michela Fabrizi, Claudio Renzetti, Claudio Strinati.
La vita di tre coppie, una etero e due gay, che si scontrano con il desiderio, la paura e la possibilità di avere un figlio.

11 maggio
Imargini presenta Alexis di Marguerite Yourcenar, regia di Massimo di Michele, con Piergiuseppe di Tanno.
Alexis scrive una lettera alla sua compagna Monique per lasciarla: dopo un matrimonio, un figlio e anni di lotta vana contro la propria inclinazione omosessuale, arriva per lui il momento di  focalizzare la propria sagoma, i suoi profili, diventare corpo e liberamente viversi.

Teatro Libero, 3-11 maggio 2010, Via Savona 10 – Milano

[mappress]

Roberta Ferrazzi
Benvenuto in I Love Zona Tortona & More! Ho fondato questo Lifestyle Blog nel 2009, dopo essermi trasferita nel quartiere di Zona Tortona a Milano, che è subito diventato casa. Quando non sono nella mia Egg chair a scrivere del mio quartiere preferito e delle cose che amo di più, lavoro come consulente di comunicazione online e off line (Shake your S communication) e racconto dei miei viaggi nel mio travel blog dedicato alle donne viaggiatrici LeCosmopolite.it. Amo il design, l’arte, la moda, la musica e il ballo (il tango in particolare), il buon cibo e le grandi tazze di caffè. Viaggio spesso in solitaria alla scoperta di nuove culture o alla ricerca di un po’ di relax. Per qualsiasi domanda in merito ai miei articoli o per collaborare con me, contattami! :)
http://www.shakeyour-s.com

Similar Articles

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.